26.30 CHF

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 9788868437312 Categorie: ,

Descrizione

Codice: 9788868437312
Titolo: Breve storia dell’emigrazione italiana in Svizzera. Dall’esodo di massa alle nuove mobilità
Autore: Ricciardi Toni
Editore: Donzelli
Anno: 2018
Argomento: sociologia
Categoria: LIBRO
Sotto-categoria: Scienze sociali e professionali
Descrizione: In fatto di migrazione, la Svizzera rappresenta un caso emblematico e, insieme, un modello ricco di paradossi. Nel 2014, quando per una manciata di voti passò l’iniziativa contro l’immigrazione di massa, la Svizzera espresse anche la nazionale più cosmopolita del Mondiale in Brasile. È il paese europeo che nel secolo scorso ha conosciuto il tasso d’immigrazione più alto del continente, assorbendo quasi la metà dell’emigrazione italiana del secondo dopoguerra. In settant’anni ha raddoppiato la sua popolazione, passando da quattro milioni agli oltre otto odierni, e la migrazione è al centro del dibattito da sempre. Nel 1948, per la prima volta nella sua storia, la Svizzera firmò un accordo di reclutamento di manodopera straniera, che divenne un modello per i successivi e cambiò per sempre la sua storia e quella del suo principale fornitore di donne e uomini, l’Italia. Paese dal quale, a partire dai trafori dell’Ottocento e per un secolo, sono giunti oltre cinque milioni di persone…